Femminismo 2.0

SS: Dottor Convertino, lei ha definito femminismo 2.0 il movimento culturale trasversale che vede alcuni grandi intellettuali del nostro tempo, da Julia Kristeva a Judith Butler, ragionare sul ruolo della donna nelle società contemporanee. Ma davvero c’è ancora bisogno di un femminismo nella nostra epoca? Che senso ha oggi parlare di femminismo?


FC: Simone de Beauvoir ha pubblicato Il secondo sesso nel 1946: da allora le donne hanno fatto parecchia strada, almeno in occidente. Hanno conquistato il diritto di voto,  si sono emancipate dal ruolo di regine della casa che la storia (fatta e scritta dagli uomini) aveva loro assegnato, hanno ottenuto la possibilità di divorziare dal loro marito, e soprattutto di poter decidere a proposito di una eventuale gravidanza. Tuttavia, ed è sotto gli occhi di tutti, la parità tra i generi è ancora lontana. Se alle donne molti diritti sono stati riconosciuti a livello legislativo, lo spaventoso numero degli episodi di femminicidio, stalking, violenza domestica, ecc. dimostra che nei fatti, nelle relazioni affettive come nella vita quotidiana, questi diritti non sono riconosciuti per niente. Ha ragione, può sembrare fuorviante parlare di femminismo, in realtà forse bisognerebbe parlare di una forma di nuovo antropocentrismo. Gli autori che Lei ha citato non vogliono solamente cambiare la condizione della donna, essi vogliono migliorare la condizione dell’umanità, pure degli uomini quindi, che sarebbero i primi a giovarsi di una nuova posizione della donna. Tuttavia trattasi fondamentalmente di femminismo, anzitutto per il fatto che la questione è tutta nel campo delle donne: è una presa di coscienza, è un’auto determinazione di identità, e questo non può essere dibattuto e definito se non dalle donne stesse.

Un’intervista di Sabina Sestu

femminicidio

In questa pagina potrai leggere un estratto dell'intervista che Sabrina Sestu ha richiesto al Dottor Fabio Convertino.

In questa pagina si parla di femminismo 2.0 e del ruolo sociale e culturale che oggigiorno la donna occupa nella nostra società.

Dal femminismo al femminicidio

violenza domestica

Pensieri di grandi intellettuali, come Julia Kristeva e Judith Butler si intrecciano a riflessioni sul femminismo e sul femminicidio.

Il Dottor Convertino offre un ritratto esaustivo e ben documentato della donna immersa nella contemporaneità.

CONVERTINO DR. FABIO | 13/14, Piazza Filzi - 10127 Torino (TO) - Italia | P.I. 08609910016 | Cell. +39 338 7364944 | fabioconvertino@yahoo.it | Informazioni legali | Privacy | Cookie Policy | Sitemap
Powered by  Pagine Gialle  -  SmartSite Easy